logo
header
header
  • Home
  • News
  • Valle reatina: 800 anni fa passava, per la prima volta, san francesco

Valle reatina: 800 anni fa passava, per la prima volta, san francesco

Un anniversario importante quello che si appresta a festeggiare l’intera Valle Reatina.
800 anni fa, San Francesco d’Assisi giunse, per la prima volta, in quella che poi è stata definita la Valle Santa di Rieti.


Era l’estate del 1208, quando Francesco ed i suoi primi compagni decidono di lasciare Assisi, città natale, perché la loro scelta di povertà assoluta e di completa dedizione a Cristo non era stata né capita né accettata.
Dopo aver attraversato la Valle Spoletana, Cascia e Leonessa, giunsero a Poggio Bustone.
“Buon giorno, buona gente!” fu il saluto di Francesco agli abitanti del posto ed ancora oggi, la mattina del 4 ottobre di ogni anno, a ricordo dell’avvenimento, un tamburino bussa all’uscio di ogni casa rinnovando quel saluto. 
Qui a Poggio Bustone, Francesco scelse come dimora un luogo solitario, un piccolo romitorio nascosto nei boschi.

Vale la pena dunque, in occasione di questa speciale ricorrenza, percorrere il Cammino di Francesco (www.camminofrancesco.it) , un tragitto, in 80 km, sui luoghi più importanti nella storia del francescanesimo.
Un Cammino che continua a suscitare sempre di più la curiosità di molti non solo per l’aspetto religioso ma anche per quello naturalistico e storico, per il legame tra fede e tradizioni.

Una delle spinte che ha contribuito ad aumentare il numero delle presenze sulle strade del Cammino di Francesco, è stato il riconoscimento nazionale come il primo posto del premio nazionale GO SLOW & CO.MO.DO, assegnato a Venezia lo scorso anno, per “il turismo lento e le reti di mobilità dolce”.

Da ultimo, ma non per importanza, il Cammino di Francesco è stato inserito in un progetto molto più ampio denominato “Via Francigena di San Francesco” che, attraverso un sentiero di 100 chilometri percorribile a piedi, a cavallo e in bicicletta, collega la Valle Santa Reatina alla Tomba di Pietro a Roma.

Il successo è ancor più rafforzato dall’interesse manifestato per questi luoghi dal noto fotografo del National Geographic Steve McCurry, considerato uno dei più grandi maestri internazionali. L’artista ha realizzato un meraviglioso reportage nei luoghi della Valle Santa, rimanendone affascinato: “Il Cammino di Francesco – è stato il suo commento – ha rappresentato una di quelle esperienze che si vivono una volta nella vita. Visitare gli antichi santuari è stato realmente come fare un salto indietro nel tempo”.
Il reportage è così divenuto l’oggetto del volume fotografico “Il Cammino di Francesco”, realizzato su iniziativa dell’Azienda di Promozione Turistica della provincia di Rieti ed edito dalla Casa Editrice Mondadori Electa.

Progetto co-finanziato, ai sensi della legge 135/2001 art. 5 – comma 5, dalla Presidenza del consiglio dei Ministri Dipartimento per lo Sviluppo e la Competitività del Turismo.