logo
header
header

Si svolgerà dall'1 al 9 agosto, e con un appuntamento anche a settembre, la seconda edizione del Progetto" ABC Arte Bellezza Cultura lungo il Cammino di Francesco", il percorso che si snoda attraverso la Valle Santa Reatina.
Il progetto promuove uno dei territori più fertili e rigogliosi del nostro Paese, quello della Valle Santa Reatina, lungo l'anello degli otto comuni che cingono Rieti (Contigliano, Greccio, Colli sul Velino, Labro, Rivodutri, Poggio Bustone, Cantalice e Morro Reatino), attraverso un ricco calendario di eventi che nel corso del mese di agosto invaderanno chiese, santuari, teatri, castelli e piazze con spettacoli, installazioni, performance e musica.


1

AGOSTO - INAUGURAZIONE

RIETI

PIAZZA SAN FRANCESCO

ore 21.00

intervista impossibile "Chiara e il lupo incontrano San Francesco"

con Michela Cescon, Edoardo Leo e Giulio Scarpati

testi di Lorenzo Pavolini

regia di Giorgio Barberio Corsetti

Animati dalle migliori intenzioni, due giornalisti si appostano lungo il cammino di San Francesco per porre qualche semplice domanda al poverello d'Assisi. Vorrebbero come tanti rinnovare un dialogo la cui forza torna ogni giorno a farsi sentire più necessaria, e se fortunati assistere ancora all'azione poetica di un uomo che ha cantato la natura e le sue creature come nessuno. Per questo si calano nei panni di Chiara e il Lupo. Un intervistatore maldestro, il Lupo di Gubbio, che fatica non poco a "entrare nel personaggio", e tradurre il pensiero di San Francesco nelle pagine di economia e finanza per le quali lavora. Una professionista estremamente abile Chiara, alla quale il Santo si rivolge convinto di trovarsi di fronte l'autentica sorella di un tempo, anche perché la sua presenza "nostalgica" diventa un bisogno intimo di Francesco, che vorrà credere, al di là di ogni logica, di averla incontrata ancora una volta, perché brama con tutto se stesso di tornare a quel tempo eroico in cui il suo cammino era cominciato. L'inedita quanto "impossibile intervista" è un dialogo surreale quanto improbabile a cui prestano voce tre grandi attori sul filo di un'ambigua ironica irrealtà, non lontana, però, dall'andare assai vicino al vero...

1 AGOSTO

POGGIO BUSTONE

PIAZZALE SANTUARIO FRANCESCANO

ore 21.30

concerto Classical Cross Over

concerto

Musì trio con Maria Rosaria De Rossi voce, Paolo Paniconi pianoforte,

Sandro Sacco flauto

Viaggio ideale nel repertorio per flauto traverso, pianoforte e voce, attraversando la musica colta per arrivare alla magia delle musiche per film.

2

AGOSTO

RIETI

PIAZZA SAN FRANCESCO

ore 20.30

Takiti

spettacolo di trapezio a doppio

L'acrobatica aerea sul trapezio, insieme alla ricerca di un nuovo linguaggio espressivo rendono questo spettacolo un omaggio sincero e ludico a un mestiere, una passione, un'arte di vivere.

ore 21.30

Ascanio Celestini in

"Storie e controstorie - racconti d'estate"

«Ho pensato di recuperare alcuni racconti che ho scritto in questi anni e scriverne altri nuovi: ci troviamo così davanti ad un meccanismo simile a quello delle storielle. Ma a differenza di esse in queste mie storie c'è qualcosa che si inceppa. Incominciamo a ridere come da ragazzini ridevamo del fantasma formaggino e poi, invece di immedesimarci in Pierino, ci troviamo spalmati sul panino». Ascanio Celestini.

2 AGOSTO

RIVODUTRI

PORTA ALCHEMICA

ore 20.30

"Con-Tempo" concerto

con Andrea Cauduro chitarra, Tiziano Teodori flauto

La loro musica nasce da una destrutturazione di classici, jazz, pop, creano un idioma nuovo e fresco, in continuo divenire come vuole la tradizione "improvvisativa".

PIAZZA MUNICIPIO

ore 21.30

Paola Minaccioni in "La ragazza con la valigia"

È la storia di una ragazza che viaggia attraverso tutte le sue personalità. L'attrice ripropone i suoi personaggi comici nati in teatro e resi noti dalla televisione, dalla radio e dal cinema e dà a tutti loro corpo e voce nel tentativo di scattare un'istantanea contemporanea della situazione femminile. Un viaggio leggero, una vacanza, anche breve, una pausa dalla quotidianità, per cui si parte con una valigia vuota da riempire di risate.

CANTALICE

PIAZZA SAN FELICE DA CANTALICE

ore 20.30

Irene Croce

spettacolo di tessuto aereo

In un'atmosfera irreale l'acrobata del circo si muove come a mostrare cosa un corpo può fare: plasticità di movimenti sospesi, in equilibri precari, espressione di una nuova dinamica in cui il corpo supera il quotidiano muoversi.

Il circo, per andare oltre il circo.

ore 21.30

"Il Monello"

spettacolo a cura di Teatro Jobel

La trasposizione teatrale del capolavoro cinematografico di Charlie Chaplin. Un racconto muto ma incredibilmente comunicativo, in cui movimento, mimo, musica e situazioni toccano il cuore del pubblico di ogni età. Sulla scia del grande film, una magia senza tempo per donare un sorriso e forse una lacrima.

6

AGOSTO

COLLI SUL VELINO

PARCO PALENGA

ore 20.30

Old Jazz Orchestra

con Emanuele Avallone, Emanuela Belmonte, Luca Di Luca

musica e clownerie

Teresa, Tommasine e Antonio sono i membri della Old Jazz Orchestra, micro big band che ha calcato le scene americane per oltre mezzo secolo tra Varietà e Music Hall al fianco dei più grandi artisti di fine millennio. Oggi la band è di nuovo eccezionalmente in tournée in occasione delle nozze d'oro di Tommasine e Teresa, ormai nonni.

ore 21.30

Simona Marchini in "Croce e delizia ... signora mia!"

accompagnata al pianoforte dal Maestro Paolo Restani

«L'incontro con l'opera nasce dall'infanzia: eroi, eroine, drammi, passioni... tutto ha nutrito la mia vita, e quella della mia famiglia, da quando ho memoria condivisa con nonni e genitori. Spesso l'immedesimazione era fortemente emotiva, fino alle lacrime. Passavo tutto il repertorio, dal martirio d'amore alla malizia giocosa dell'intrigo sentimentale... Insomma ero totalmente immersa in un fantastico mondo pieno di suoni, costumi, luci e voci "miracolose".... Bene, tutto questo si è sedimentato, depositato, nei molti strati del mio patrimonio di vita e di esperienza ed è diventato "spettacolo". Credo di avere fatto un genere di teatro dedicato all'opera assolutamente unico: "Salotto Carmen" (1986) e "Dossier Trovatore" (1990 Festival Verdiano, Parma), monologhi da personaggio di "Quelli della notte" con tutta l'ingenuità, la tenerezza e l'immedesimazione di un'anima semplice. Ironia leggera, ma anche commozione di un "genere" che è denso di storia e di identità culturale. Da qui nasce l'idea di raccontare tre storie appassionanti (Traviata, Rigoletto, Trovatore), la cosiddetta trilogia popolare... a modo mio, coinvolgendo l'arte raffinatissima di Paolo Restani che descrive al pianoforte temi verdiani attraverso la parafrasi di Liszt. È sicuramente un connubio audace, ma l'intenzione è un intrattenimento colto, gentile, e appassionato su una "materia" che risuona nel profondo di ciascuno di noi. Basta che abbia occhi sensibili e "sorridenti" per guardare il melodramma con l'amore dovuto». Simona Marchini.

7 AGOSTO

MORRO REATINO

PIAZZA UMBERTO I°

ore 20.30

Sara Amitrano

bolle di sapone

Canarina è un clown dal sapore felliniano. propone una performance di Bolle di Sapone capace di incantare grandi e bambini, creare magiche atmosfere e di trasportare il pubblico in un mondo poetico e onirico. Si incomincia con bolle di sapone piccole, fatte con le mani per arrivare a bolle via via sempre più grandi, con l'utilizzo di corde attrezzi e spade, fino alla "Tempesta di Bolle" o alle "Amatissime Bolle Giganti", tanto grandi da poter contenere un bambino...!!!

o

re 21.30

Maurizio Stammati in "I racconti di Fernando"

spettacolo a cura di Teatro Bertolt Brecht

Lo spettacolo, frutto di una ricerca sulle possibili interazioni tra il teatro di figura, il teatro d'attore e quello di strada, cerca attraverso un cantastorie di raccontare un'epoca, dagli anni prima del grande conflitto ai nostri giorni. Pulcinella, le sue lotte, i suoi sogni ed i suoi incubi, sono lo sfondo sul quale si snoda il racconto in cui altri strambi personaggi fanno irruzione. Il risultato è uno spettacolo divertente, a tratti grottesco con, a volte, sfumature malinconiche. Fernando detto '"a montagna" per la sua mole, pescatore e panettiere, personaggio

realmente esistito, è anche il pretesto per l'attore/autore di raccontare le sue tappe artistiche che, partendo dalla musica, approda prima al teatro di strada poi al teatro di ricerca e a quello di figura.

strada poi al teatro di ricerca e a quello di figura.

9 AGOSTO

CONTIGLIANO

ABBAZIA SAN PASTORE

ore 20.00

Il Chiostro

danza acrobatica e fuoco

Danza, fuoco e romanticherie. Una coppia elegante e retrò fonde danza acrobatica e giocoleria nell'arte del fuoco. Magia, suspance e divertimento per vivere tutte le emozioni di una storia romantica.

PARCO VILLA FRANCESCHINI

ore 21.30

Orchestraccia

Daniele Natrella batteria, Matteo Pezzolet basso, Maurizio Filardo chitarra, Salvatore Romano chitarra, Gianfranco Mauto tastiera e fisarmonica,

Fabrizio Lo Cicero percussioni

voci Marco Conidi, Edoardo Pesce, Giorgio Caputo, Luca Angeletti

L'Orchestraccia, gruppo itinerante delirante folk-rock romano, nasce dall'idea e dalla voglia di attori e cantanti di unire le loro esperienze reciproche e confrontarle cercando una forma di spettacolo assai innovativa nel panorama italiano, una forma che comprenda musica e teatro in una lettura assolutamente attuale. Lo spunto è stato prendere dal folk degli autori romani tra Ottocento e Novecento tutte quelle canzoni e poesie che sono patrimonio della cultura italiana e che sono nell'immaginario tradizionale collettivo di ognuno di noi.

Dimostrando la loro attualità e la loro freschezza rivisitandone gli arrangiamenti, canzoni come "Alla renella" o "Fortunello" sembrano scritte oggi, così come le poesie di Belli e di Pascarella, delineando il ritratto di un paese che verso gli oppressi e i più deboli si è sempre comportato in modo prevaricatore e arrogante.

Usando misture di suono estremamente moderne, dal dub, al punk-rock al patchanka, l'Orchestraccia fa cantare, ballare, ridere, riflettere, commuovere.

18 SETTEMBRE

LABRO

TEATRINO COMUNALE

Francesca Reggiani in "Tutto quello che le donne non dicono 2016"

spettacolo teatrale

Se il vostro principe si ostina a non diventare azzurro, non è meglio cambiare rospo? Chi trova un'amica, trova davvero un tesoro? L'amore è eterno finché dura? Uno show unico che non lascia scampo, tra riflessioni acute e battute fulminanti. Uno sguardo ironico e irriverente su tutto quello che le donne non dicono, ma pensano. 

Progetto co-finanziato, ai sensi della legge 135/2001 art. 5 – comma 5, dalla Presidenza del consiglio dei Ministri Dipartimento per lo Sviluppo e la Competitività del Turismo.